News

02 Febbraio

Due furti in poche ore: arrestata la «banda del tombino»

È successo nella serata di venerdì. I tre, ragazzi tra i 15 e i 17 anni, sono stati arrestati a Busto Garolfo. A tradirli: l'auto e le caramelle appena rubate.

carabinieri notte-2-8Una volante dei carabinieri (immagine repertorio)

Erano stati battezzati «La banda del tombino»: sfondavano le vetrine dei negozi con i chiusini di ghisa, poi entravano e rubavano tutto quello che c'era da rubare. Nella notte tra venerdì e sabato sono stati arrestati a Busto Garolfo (Milano), dopo aver messo a segno due furti in poche ore. Dietro le sbarre tre ragazzi tra i 15 e i 17 anni.

Il primo furto a Parabiago. I giovani, a bordo di un'auto rubata nel pomeriggio di giovedì a Canegrate, hanno danneggiato il cancello di un'officina e si sono impossessati di una Punto. I carabinieri della compagnia di Legnano, attraverso le immagini di videosorveglianza, hanno identificato i tre, che nel frattempo stavano mettendo a segno il secondo «colpo», a San Giorgio su Legnano. Dopo aver scoperchiato un tombino hanno usato la lastra di ghisa per sfondare la vetrina di un bar-tabaccheria di Piazza Mazzini. Una volta all'interno hanno rubato i soldi del registratore di cassa, tabacchi e persino le caramelle. I militari, intervenuti, hanno accertato che entrambi gli episodi erano stati messi a segno dalla stessa «batteria», dato che l'auto utilizzata nel secondo caso era quella rubata a Parabiago.

I carabinieri li hanno rintracciati a Busto Garolfo, a bordo della Punto appena rubata. Avevano con loro tutta la refurtiva, caramelle comprese. I tre minorenni, trattenuti a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, devono rispondere dell'accusa di furto aggravato e ricettazione. Sul loro conto, sono in corso ulteriori accertamenti. Secondo i carabinieri sarebbero i responsabili di altri furti commessi nel legnanese negli ultimi giorni.

le agli inquirenti.

Informazioni aggiuntive

Letto 810 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)